Regolamento

Categorie

Alcalia No Profit vuole rappresentare un punto d´incontro e di confronto fra utenti e medici e un ponte tra specialisti della Salute, professionisti dell’alimentazione e del benessere nell’era digitale.

I contenuti NON intendono sostituire pareri del medico curante e/o specialisti. Chiunque sia interessato ai servizi, alle terapie, ai trattamenti e ai prodotti trattati nelle varie argomentazioni può rivolgersi direttamente agli autori degli scritti.

Ogni informazione pubblicata ha il carattere di semplice divulgazione scientifica e necessita sempre di ulteriori approfondimenti.

L’Associazione Alcalia si è organizzata in modo da far vagliare i contenuti delle informazioni pubblicate: è presente un apposito Comitato Scientifico o di un singolo Responsabile appositamente nominato per ogni ramo trattato. Per scelta del Comitato Direttivo dell’Associazione Senza fini Di Lucro, si preferisce NON ufficializzare i nomi dei medici e degli esperti che vagliano i contenuti pubblicati. Tutto ciò al fine di evitare qualsiasi forma di pressione o di condizionamento da parte di aziende produttrici o qualsivoglia portatore d’interessi economici. Una naturale rotazione dei singoli responsabili scientifici o dei comitati avviene ogni sei mesi.

L´Amministrazione non si assume nessuna responsabilità per eventuali danni diretti o indiretti causati dall’utilizzo delle informazioni presenti su questo sito e il lettore ne sarà l’unico responsabile.

In nessun caso il forum puó essere responsabile per il comportamento improprio da parte di una sua utenza registrata. Specie tramite messaggi privati che sono da ritenersi una comunicazione assolutamente privata. l’Amministrazione non esercita alcun controllo sui messaggi privati.

N.B. Il regolamento viene periodicamente aggiornato. Ogni modifica inserita al regolamento viene automaticamente accettata dagli utenti registrati. Anche dagli iscritti nel periodo antecedente l’ultima modifica. S’invita gli utenti a verificare periodicamente la presenza di nuove norme all’interno del regolamento del forum.

L’Associazione opera nel settore della divulgazione scientifica di tutte le informazioni che possano aiutare i cittadini – di qualsiasi età – a fare scelte consapevoli relativamente alle abitudini alimentari, alle attività motorie, al risparmio energetico, al rispetto dell’ambiente, al più corretto stile di vita e quant’altro possa migliorare il loro stato di salute e/o a permettere loro un’efficace attività di prevenzione delle malattie o di disturbi fisici o psicologici.

La finalità dell’Associazione è di migliorare il benessere attraverso l’educazione alla corretta alimentazione, all’attività fisica e all’adozione di un più sano stile di vita.

1. GLI ASSOCIATI AD ALCALIA
Pur riconoscendo uguali diritti e doveri a tutti gli associati, nonché uguali costi di tesseramento, in relazione alle diverse funzioni necessarie alla crescita e allo sviluppo dell’Associazione, si identificano le seguenti figure di SOCI :
a) SOCI FONDATORI, che hanno costituito l’Associazione e hanno divulgato fin dalle prime fasi le finalità di Alcalia a tutti i potenziali promotori e sostenitori;
b) SOCI BENEMERITI, che si siano particolarmente distinti impulso alle attività dell’Associazione e alla diffusione della stessa;
c) SOCI PROMOTORI, che con la loro professione e/o la loro attività lavorativa possono svolgere un ruolo attivo nella divulgazione scientifica dei temi coerenti con le finalità ed i principi etici di Alcalia;
d) SOCI SOSTENITORI, che con la loro attività possono diffondere la conoscenza sui programmi di Alcalia presso tutti i potenziali associati al fine di far crescere l’Associazione e la sua influenza nel territorio – inoltre gli stessi possono usufruire della Comunicazione e del Marketing di Alcalia per finalità divulgative legate alle proprie attività professionali e/o ai prodotti/servizi selezionati in coerenza con i principi etici dell’Associazione – (ad. esempio Studi Medici, palestre, farmacie, e qualsiasi altra attività possa essere collegata alla Salute, al Benessere e ad un sano stile di vita);
e) SOCI ORDINARI, sono i tesserati/utenti (persone o famiglie) che fruiscono dei servizi, delle convenzioni, delle iniziative culturali e scientifiche, nonché delle informazioni oggetto della divulgazione scientifica di Alcalia
f) SIMPATIZZANTI, coloro che condividono i valori, lo spirito e le finalità di ALCALIA ma non hanno ancora lo status di Soci Ordinari per accedere a tutti i servizi e le convenzioni della Rete degli associati. I Simpatizzanti ricevono semplicemente le informazioni sulle attività dell’Associazione, ma non pagando la quota associativa e non essendo Soci effettivi non hanno diritto di voto in Assemblea.

2. PROCEDURE PER L’AMMISSIONE A SOCIO
I soggetti interessati a far parte dell’Associazione, condividendone le finalità ed i principi etici che la governano, possono richiedere  l’ammissione ad Alcalia. Sarà compito del Consiglio Direttivo vagliare la candidatura ed approvarla oppure rigettarla.

3. E’ cura dell’Associazione disporre un elenco generale dei Soci, a prescindere dalle loro funzioni, e degli elenchi specifici suddivisi per territori e categorie di appartenenza.

4. DIRITTI E OBBLIGHI DEI SOCI
Tutti i soci hanno pari diritti di partecipare alle assemblee e di votare le decisioni previste dallo Statuto. Tutti i soci hanno l’obbligo di osservare le norme dello Statuto e del presente Regolamento, nonché di adempiere alle decisioni della maggioranza e di rispettare gli altri soci e l’Associazione con lealtà, onestà e probità.
Si perde la qualità di socio per atti o comportamenti sleali nei confronti dell’Associazione per dolo o colpa grave che possano arrecare danno alla moralità, alla reputazione, o alla onorabilità della Associazione; per danneggiamento o perdita del patrimonio dell’Associazione.

5. MODIFICA DEL REGOLAMENTO
La modifica del Regolamento può avvenire per decisione della maggioranza del Comitato Direttivo, ovvero su proposta votata a maggioranza dell’Assemblea dei Soci e successivamente ratificata dal Consiglio Direttivo che ne dovrà anche definire i tempi e le modalità di realizzazione.

6. I BENI DELL’ASSOCIAZIONE
I beni dell’Associazione ne costituiscono il patrimonio e vengono custoditi secondo la legge e con la diligenza del buon padre di famiglia. L’accesso ai beni e al loro utilizzo da parte dei soci deve essere autorizzato da un membro del Consiglio Direttivo e l’utilizzatore ne risponde per tutto il tempo fino al momento della restituzione o riconsegna.
Il logo, il simbolo e il nome di ALCALIA è patrimonio dell’Associazione e non può essere utilizzato se non con espressa autorizzazione del Consiglio Direttivo che, una volta valutata la richiesta d’utilizzo, ne darà comunicazione scritta. Qualsiasi utilizzo non autorizzato è punibile per legge e dà diritto ad un congruo risarcimento.

7. COMUNICAZIONI E RELAZIONI ESTERNE – MARKETING SOCIALE – UFFICIO STAMPA
Sia i testi che le immagini utilizzate per le comunicazioni dell’Associazione in qualsiasi forma e modalità (stampata, web, mail, etc.) devono essere approvate dal Presidente del Consiglio Direttivo o dal Direttore Generale nei casi in cui ne abbia ricevuto delega.

8. ACCORDI E COLLABORAZIONI
I contenuti degli accordi e delle collaborazioni devono essere approvati dal Consiglio Direttivo e resi esecutivi dal Presidente o dal Direttore Generale.

9. IL DIRETTORE GENERALE
Il Direttore Generale di Alcalia è nominato dal Consiglio Direttivo con uno specifico mandato ed un compenso in proporzione ai risultati. Egli ha il compito e la responsabilità di indicare le linee strategiche per lo sviluppo dell’Associazione, curarne le relazioni con tutti i possibili referenti esterni, ottenere esplicita delega per svolgere determinati programmi approvati dal Consiglio Direttivo o indicati dall’Assemblea dei Soci con voto a maggioranza. E’ possibile che il Direttore Generale possa ricoprire anche altre cariche o funzioni nell’ambito dell’Associazione.

10. LE ENTRATE DELL’ASSOCIAZIONE
Alle entrate derivanti dalle quote annuali di sottoscrizione per il tesseramento si aggiungono una serie di altre entrate previste dalle attività di divulgazione scientifica e dai servizi offerti alle diverse tipologie di Soci.

In linea generale le altre entrate sono:
• quote e contributi degli associati;
• eredità, donazioni e legati;
• contributi dello Stato, delle regioni, di enti locali, di enti o di istituzioni pubblici, anche finalizzati al sostegno di specifici e documentati programmi realizzati                  nell’ambito dei fini statutari;
• contributi dell’Unione europea e di organismi internazionali;
• entrate derivanti da prestazioni di servizi convenzionati, ovvero derivanti da cessioni di beni e servizi agli associati e a terzi svolte in maniera ausiliaria e sussidiaria e      comunque finalizzate all’esclusivo raggiungimento degli obiettivi istituzionali;
• sponsorizzazioni e contribuzioni volontarie da parte di aziende, enti, professionisti, etc;
• erogazioni liberali degli associati e dei terzi;
• entrate derivanti da iniziative promozionali finalizzate al proprio finanziamento;
• altre entrate compatibili con le finalità sociali dell’associazionismo di promozione sociale.

11. I CONTRIBUTI SPECIALI
Per i soci che dalla loro partecipazione all’Associazione possano direttamente o indirettamente trarre un beneficio economico a favore delle proprie attività professionali e/o commerciali svolte, è prevista la possibilità che il Consiglio Direttivo possa definire un contributo speciale con importo da definirsi per ogni anno solare.

12. I PRESTITI ALL’ASSOCIAZIONE
E’ prevista la possibilità che qualsiasi socio possa aiutare l’Associazione a svolgere determinati Programmi offrendo temporaneamente dei fondi a titolo di prestito infruttifero da versare direttamente nel conto con bonifico bancario indicando nella causale la dicitura “prestito infruttifero”. Sarà cura del Tesoriere provvedere alla successiva restituzione dopo aver verificato la disponibilità di cassa e dando precedenza ai prestiti più vecchi.

13. LE ATTIVITA’ LAVORATIVE
Le attività sono prestate sulla base del volontariato degli associati nel perseguire le finalità dell’Associazione ed il suo sviluppo. E’ previsto che determinate attività lavorative, per la loro importanza ai fini della vita dell’Associazione, o per il loro carattere di continuità o di rilevanza organizzativa e/o strategica, ovvero perché temporaneamente necessarie all’espletamento di specifiche funzioni in determinati programmi da realizzare, debbano essere disciplinate da appositi accordi di collaborazione con relativo corrispettivo oppure da contratti di lavoro previsti dalle norme vigenti. L’associazione può instaurare rapporti di collaborazione e/o di lavoro subordinato nel rispetto della normativa prevista dalla contrattazione collettiva nazionale del lavoro. L’associazione può affidare incarichi professionali tramite la sottoscrizione di appositi mandati, nel rispetto della normativa vigente.

14. LA RETE DI ALCALIA
Per intensificare le attività di divulgazione e promozione sociale l’Associazione intenderà favorire la comunicazione fra gli associati consentendo a tutte le attività professionali e imprenditoriali di promuovere i propri beni e servizi presso tutti i soci. La selezione delle attività, dei prodotti e dei servizi è sottoposta alla valutazione del Comitato Etico e del Consiglio Direttivo. Questa attività verrà disciplinata da precise regole e svolta con il contributo finanziario di coloro che ne usufruiranno facendone richiesta.
Il semplice status di Socio di ALCALIA – quale che sia la categoria di riferimento – non dà diritto all’utilizzo del nome, del logo e del simbolo dell’Associazione. Tale eventuale concessione viene data a fronte di un determinato costo e solo dopo aver valutato se l’utilizzo e le modalità siano conformi alle finalità sociali e al Codice Etico.

15. IL COMITATO ETICO
Esso è composto da tre membri nominati fra i Soci ed uno di essi è nominato Presidente del Comitato Etico. Tale Comitato ha funzioni consultive, propositive e di controllo.
L’attività del Comitato Etico, oltre a disciplinare le linee guida che tutti gli associati devono rispettare, ha anche funzione di verifica affinché le scelte e le azioni compiute dagli associati siano coerenti con le finalità dell’Associazione. Il Comitato Etico ha l’obbligo di segnalare qualsiasi abuso o difformità da quanto stabilito nel Codice Etico. Nei casi in cui il Codice Etico non venga rispettato è compito del Comitato indicare anche congrue sanzioni per i trasgressori; tali sanzioni saranno comunicate agli interessati ed applicate a cura del Consiglio Direttivo. Nei casi più gravi è prevista l’estromissione dall’Associazione e ogni altra azione prevista dalle leggi italiane.

16. I COMITATI SCIENTIFICI
ALCALIA – nel perseguimento dei suoi fini istituzionali – si propone di realizzare diversi programmi di promozione e di divulgazione scientifica in svariati ambiti. Per assicurare un alto livello di competenza e di efficacia organizzativa si propone di indicare per ogni Programma un Comitato Scientifico. Sarà compito del Comitato ricercare le fonti di approfondimento scientifico, sviluppare le linee guida del Programma, indicarne gli obiettivi e le fonti di copertura finanziaria, organizzare e formare le risorse umane dedicate al suo svolgimento, controllare i ritorni attesi e curarne le possibili ottimizzazioni.
Le attività di ogni Comitato scientifico saranno oggetto di approfondita relazione al Consiglio Direttivo.

17. STRUTTURE SPECIALISTICHE E SEDI TERRITORIALI
L’Associazione può istituire, per finalità settoriali, strutture specialistiche finalizzate al raggiungimento di quegli scopi che necessitano di professionalità appropriate e specifiche.
La definizione e i compiti di tali strutture vengono definite caso per caso dal Consiglio Direttivo, il quale nominerà anche il/i responsabile/i del programma da svolgere nel territorio specifico.
Le strutture specialistiche non costituiscono entità autonome dell’Associazione, ma esprimono un’articolazione della stessa, secondo gli interessi comuni specifici.
Allo scopo di creare un movimento radicato e diffuso su tutto il territorio nazionale, l’Associazione promuove tra i suoi soci la costituzione di Sedi Territoriali. I coordinatori territoriali, nominati dal Consiglio Direttivo Centrale, hanno il compito di istituire ed organizzare la relativa sede, fornendo al Consiglio tutte le informazioni richieste e ricevendone specifiche indicazioni circa le operatività e le collaborazioni da stringere nel territorio di competenza.
Per essere ratificata una Sede Territoriale deve raccogliere nell’anno solare un minimo di Associati.
Ogni Sede Territoriale dovrà – a cadenza trimestrale – versare alla Sede Nazionale una quota percentuale (da definirsi al momento della istituzione della Sede Territoriale e suscettibile di opportuni adeguamenti per istanza del Comitato Direttivo) di tutte entrate definite nello Statuto di Alcalia e riscosse nel periodo di attività svolta. Entro il 30 Giugno ed entro il 31 Dicembre di ogni anno la Sede Territoriale dovrà altresì inviare, in file PDF tramite mail all’indirizzo, ovvero via fax o servizio postale o tramite consegna nelle mani del Presidente o di un Suo delegato, le richieste di tesseramento. Tali modalità muteranno con l’introduzione del tesseramento telematico.
Il responsabile della Sede Delegata dovrà verificare la corrispondenza dei dati inseriti nel modulo di iscrizione con le risultanze dei relativi documenti identificativi. Ogni Sede Territoriale dovrà periodicamente relazionare alla Sede Nazionale sull’operato svolto a livello locale. Il responsabile della Sede Territoriale dovrà fornire, unitamente alla richiesta di apertura della Sede il proprio documento di identità, il codice fiscale e un’autocertificazione sostitutiva di atto di notorietà, sotto la propria responsabilità, di non avere carichi pendenti, né condanne penali passate in giudicato relative a delitti dolosi.
Le persone fisiche che richiedano l’apertura delle Sedi Territoriali potranno utilizzare marchi e ogni altro elemento distintivo e identificativo dell’Associazione solo alla ricezione dell’autorizzazione del Presidente. Il Referente dovrà dotarsi di un libro prima nota per la registrazione entrate e uscite, conservando le relative fatture e il libro soci. Il referente provvederà alla costituzione della Sede Territoriale e richiederà il relativo codice fiscale entro un anno dalla costituzione. Lo stesso in tale atto accetta Statuto e Regolamento Nazionale.
La Sede Territoriale dovrà redigere rendicontazione finanziaria ogni anno entro la fine del mese di Aprile ed inoltrarla alla Sede Nazionale. Tutte le persone fisiche e successivamente le sedi costituite sono autonomamente responsabili del loro operato sia dal punto di vista economico–finanziario sia dal punto di vista giuridico. Pertanto ogni violazione della Sede Territoriale non potrà essere in alcun modo imputata alla Sede Nazionale che potrà tutelare il nome dell’Associazione secondo le norme vigenti.

18. DISPOSIZIONE FINALI
Per tutto ciò che non è espressamente previsto dal presente Regolamento si applicano le disposizioni previste dal Codice Civile e dalla normativa vigente.

Regolamento aggiornato al 20 gennaio 2020

NEWSLETTER !

Iscriviti.
Non perdere aggiornamenti, eventi, eBooks, nuovi programmi, seminari, convenzioni e tanto altro.

altri contenuti